‘Na bruta storia – romanza ribordonese

Entra di diritto nel novero dei libri amici questa “’Na bruta storia” di Piergiacomo Verlucca Frisaglia, edito da HEVER Edizioni

bruta storiaNella seconda metà dell’800 che combinano un maresciallo dei carabinieri, tale Amilcare Pautasso, in compagnia di due commilitoni di chiari origini meridionali, su per la valle di Ribordone?

Richiamati da una accorata lettera di supplica firmata niente meno che dal parroco di Ribordone in persona, don Pietro Pesando, i tre carabinieri si imbatteranno in una storia “di donne” imperniata sulla Osteria de l’Africano, aperta dalla burrascosa Eleonora a pochi passi dalla chiesa, quasi a far dispetto alla perpetua Adelaide. Nel giro di pochi giorni si dipanerà una struggente storia d’amore, in mezzo a battute esilaranti, situazioni paradossali e incontri strabilianti.

Scritto con uno stile vivace, impiegando una prima persona coinvolgente, questo agilissimo romanzo strizza l’occhio ai polizieschi francesi, immergendoci però nelle atmosfere montanare dell’800, quando erano ancora vivi gli echi dell’epopea risorgimentale e le Valli del Canavese erano percorse da eruditi curiosi e masche in piena attività. E’ stupefacente la carrellata di personaggi che sfila sotto agli occhi del maresciallo Pautasso, a partire dalla ineffabile guida Bernardo – sempre pronta con i suoi proverbi – fino alla madre superiora appassionata di sigaro e bevande alcoliche.

Nelle pagine migliori sembra quasi di leggere un Andrea Vitali canavesano.

Non ci resta da fare altro che attendere le prossime avventure del maresciallo Amilcare Pautasso.

Annunci

Consiglio d’autore – 26 febbraio 2014 a Borgaro Torinese

copertina passo del lupo“Il passo del lupo” vi invita alla presentazione che si terrà il 26 febbraio 2014 ore 21 a  Borgaro Torinese – Sala Consiliare del Comune (Piazza Europa) – nell’ambito della rassegna “Consiglio d’autore”. Moderatore Alessandro Del Gaudio, letture  e drammatizzazione di Diego Garzino e Barbarakay Cisterna Mai.

 Vi aspettiamo!

L’estate di Albina di Virgilio Giacchetto

estate albinaDi diritto nella categoria dei libri amici “L’estate di Albina” di Virgilio Giacchetto, dalla Biblioteca degli Scrittori Piemontesi. Davvero un bel libro, che susciterà emozioni particolari!

A spasso in Himalaya

Vista sull'Annapurna

Vista sull’Annapurna

“Il passo del lupo” ha fatto un giro in Himalaya, al campo base dell’Annapurna, grazie all’amico Gianluca. Un bel risultato per la Biblioteca degli Scrittori Piemontesi!

Campo Base Annapurna

Campo Base Annapurna

Jean Giono – la Provenza ai tempi del colera

ussaroUn’opera che si inserisce a pieno titolo tra i libri amici de “Il passo del lupo”. “L’ussaro sul tetto” di Jean Giono ci restituisce una Provenza devastata dal colera, dove gli elementi naturali sono cornice drammatica ed elegiaca, a seconda dei casi, delle tragedie di una umanità spezzata. Il viaggio allucinante di Angelo e Pauline ci regala un percorso degno di una discesa agli inferi dell’abiezione, della paura e della generosità dell’indole umana.

Incontro con l’autore a Volpiano – 13 novembre 2013

“Il passo del lupo” vi invita alla presentazione che si terrà il 13 novembre 2013 ore 21 a Volpiano – Biblioteca Civica di via Umberto I° – nell’ambito della rassegna “Incontro con l’autore”. Di seguito il programma completo, con gli interventi del 6 novembre (Andrea Borla e Marco Volpatto)  e 20 novembre (Emanuele Maspoli e Simona Bertolotto).

Letture e drammatizzazione a cura dell’Associazione TOTO

Vi aspettiamo!

volpiano-01

volpiano-02

Bardonecchia, 31 luglio ore 17

Per sfuggire al caldo della pianura “Il passo del lupo” si trasferisce al fresco, a Bardonecchia.

Mercoledì 31 luglio presentazione presso la biblioteca comunale, viale Bramafam 17.

Bardonecchia  luglio 2013

Bardonecchia 31 luglio 2013

Sicuramente sarà più fresco di Torino e dintorni!

Serata Thumel, 20 luglio 2013

Una bella immagine della serata a Thumel, sabato 20 luglio 2013.

Grazie a Patrizia (la fotografa), Cristina (la lettrice) e Roberto che ha organizzato la presentazione.

THUMEL_IMG_3122

Presentazione a Thumel

Al rifugio con il lupo – Thumel, 20 luglio ore 17

lupo_loc_thumel_bozzaCon i primi caldi “Il passo del lupo” si sposta in montagna, a cercare un po’ di refrigerio. Prima tappa a Thumel, in fondo alla Val di Rhemes, sotto alla Granta Parei. Saremo ospiti degli amici de Les refuges, che già ci avevano accolti a gennaio a Pellaud.

Ci si vede alle 17 a

“Le village de Thumel”

sabato 20 luglio 2013

Se poi avete piacere di cenare

il numero a cui prenotare è il 349 3472499

Qualcosa accadrà di Debora Bocchiardo

qualcosa accadraSe con “Onorina voleva l’America” Debora Bocchiardo ci ha narrato la storia di una donna volitiva e forte che si fa largo nella vita con i gomiti ben alti ed i coltello tra i denti, in “Qualcosa accadrà” l’autrice ci parla di un ragazzo che sfugge ad un destino di fame per arrivare in America dove realizzerà sogni e desideri, pur se a prezzo di indicibili sofferenze.

Poco importa che l’uomo – Carlo Bocchiardo all’anagrafe, che in America diventerà Charles .- sia il fratello del bisnonno di Debora, e poco importa che il libro tragga la sua origine dal fortunoso ritrovamento di un pacco di lettere scritte da Carlo/Charles alla sua famiglia. Corrispondenza di per sé pregevole, protrattasi dai primi del ‘900 fino a gli anni ’50.

Oltre al candore e l’entusiasmo delle lettere – il libro ne riporta non più di una decina – ciò che colpisce è l’incredibile fiducia che Charles ha nel futuro, nel divenire, nel fatto che comunque vada “Qualcosa accadrà”, come il protagonista scriverà a suo fratello nel raccontargli le sue tragedie.

Il credo di Charles non consiste però nel fatalismo dell’attesa inerte, ma risiede nella capacità di reagire alla sventura, nel trovare dentro di sé le energie per guardare al futuro comunque con ottimismo, cogliendo le occasioni quando si presentano.

Un’altra interpretazione del concetto di resilienza, di cui ci ha parlato magistralmente Mario Calabresi nel suo “La fortuna non esiste”, ispirato anch’esso a vite e vicende di donne e uomini che hanno provato sulla loro pelle dolori e sconfitte e si sono rialzati con dignità ed orgoglio.

Non esiste la fortuna; esiste il momento in cui il talento incontra l’occasione”: ecco, questa potrebbe essere la chiosa di questo bel libro, nonché il messaggio di speranza adatto in questi tempi difficili.